PUBBLICO IMPIEGO
Equiparare i tempi di erogazione del Tfr tra settore pubblico e privato!

La Cisl Fp lancia una raccolta firme su change.org per il Tfs/Tfr dei lavoratori pubblici. 

La Cisl Fp, federazione che rappresenta le lavoratrici e i lavoratori pubblici e dei servizi della Cisl, lancia la petizione “Se firmi lo difendi!” sulla piattaforma change.org al fine di sostenere le proprie rivendicazioni sulle tempistiche di erogazione del Tfs/Tfr dei lavoratori pubblici. 

Al centro della rivendicazione dell’organizzazione sindacale - si legge nella petizione -, la disparità di trattamento tra lavoratrici e lavoratori del settore pubblico e del settore privato, una condizione che definiscono “inaccettabile, oltre che illogica”, avendo come oggetto “risorse economiche che le lavoratrici e i lavoratori accantonano durante la propria vita lavorativa”. La normativa attuale stabilisce i tempi di attesa “da un minimo di 105 giorni ad un massimo di oltre 2 anni” per riavere quelle risorse che costituiscono “una parte della retribuzione” delle lavoratrici e dei lavoratori pubblici.

La petizione - così scrive la Cisl Fp sulla propria pagina Facebook - è rivolta all’attenzione della presidenza del Consiglio dei ministri; ai presidenti e ai capigruppo di Senato e Camera; ai principali esponenti politici del Partito Democratico, del Movimento 5 stelle, di Forza Italia, della Lega, di Fratelli d’Italia, di Liberi e Uguali e delle formazioni che compongono il Parlamento della XVII Legislatura e di chi prenderà parte alle prossime elezioni politiche.

IL LINK ALLA PETIZIONE: https://www.change.org/p/presidente-del-consiglio-dei-ministri-equiparare-i-tempi-di-erogazione-del-tfr-tra-settore-pubblico-e-privato

09/02/2018
Twitter Facebook