IMMIGRAZIONE
Sesto dei popoli: ragioniamo su dialogo e integrazione

Sabato 24 marzo, Spazio MIL, via Granelli 1, Sesto San Giovanni. Tra i testimoni, Maurizio Bove (Anolf Cisl), don Virgilio Colmegna (Casa della carità), Maurizio Ambrosini (sociologo).

Sabato 24 marzo 2018, presso lo spazio MIL di via Granelli 1 a Sesto San Giovanni, alle 9.30 si terrà il convegno "SESTO DEI POPOLI città del lavoro città dell’incontro".

Il convegno ha come obiettivo  promuovere la cultura dell’accoglienza e dell’integrazione dei cittadini migranti nella città di Sesto nel passato ed oggi.

Per questa ragione ci saranno alcune testimonianze importanti su cosa è stato e cosa vorremmo restasse dell'idea di accoglienza a Sesto San Giovanni. 
Tra i testimoni Don Colmegna, il dr. Nganso, Sara Guedoudda, presidente della commissione pari opportunità del Comune di Sesto, che in presenza o con l'ausilio di filmati, racconteranno  esperienze e percorsi di accoglienza ed integrazione del passato e del presente.

Per la Cisl milanese interverrà il responsabile Immigrazione e presidente di Anolf, Maurizio Bove.

Gli organizzatori, infatti, ritengono che l’accoglienza e l’integrazione degli stranieri, per quanto difficile e problematica, sia un’opportunità positiva per la nostra città.
Questa convinzione proviene prima di tutto dalla storia passata di Sesto San Giovanni. Per gran parte del secolo scorso il nostro territorio ha accolto numeri ingenti di persone provenienti da altre aree d’Italia e dall’estero, attratte dalle opportunità di lavoro offerte dalle grandi fabbriche.

Quella che oggi viene chiamata sestesità è un’appartenenza nata dalla sintesi di quelle differenze.

Interverrà inoltre il sociologo Maurizio Ambrosini che offrirà una lettura più completa e realistica del fenomeno migratorio, indicando i problemi e le opportunità che questo presenta.

Uno spazio particolare verrà dedicato alla presenza islamica nella nostra città e al progetto di moschea che tanto ha suscitato preoccupazione a causa di una rappresentazione poco rispondente ai fatti. Il centro islamico racconterà come si è rapportato in questi anni con le altre associazioni e con le amministrazioni locali che si sono succedute e illustrerà come si è giunti al progetto di moschea descrivendone le reali dimensioni e caratteristiche.

Il convegno non intende essere un evento isolato ma piuttosto rappresentare un momento di rilancio del dialogo tra le culture e le religioni, dell’accoglienza degli stranieri più fragili e dell’integrazione sociale delle diverse persone e comunità nella prospettiva di un arricchimento comune. Di qui l’impegno dei partecipanti e portare avanti ulteriori iniziative con questi obiettivi, coinvolgendo i cittadini di Sesto.

ACLI, ANED, ANOLF, ANPI, ARCI, ASS. ARCHIVIO DEL LAVORO, AUSER, AZIONE CATTOLICA, CARITAS SALESIANI, CENTRO CULTURALE ISLAMICO, CESPI, CGIL, CGS RONDINELLA, DIRE FARE DARE, EMERGENCY, COOP. LA GRANDE CASA, KARAMA, OIKOS, OPUS PERSONAE, PAX CHRISTI, SESTO AL PRIMO POSTO, UN ALTRO MONDO ONLUS, VENTIMILALEGHE

22/03/2018
ALLEGATI
Guarda il programma
Twitter Facebook