MOBILITAZIONE NEL MILANESE
Il 70% delle aziende meccaniche senza contratto integrativo

Gambarelli, Fim: "Accordi non rispettati". Martedì15 maggio, assemblea dei quadri e dei delegati di Fim, Fiom e Uilm di Milano.

Fim, Fiom e Uil di Milano hanno convocato per domani, martedì 15 maggio, una grande assemblea unitaria dei propri quadri e delegati per discutere del rilancio della contrattazione aziendale e territoriale.  

Un tema, questo, che, insieme alla valorizzazione del premio di risultato, era al centro dell’ultimo contratto nazionale firmato con Federmeccanica nel 2016. Ma che è stato disatteso.

“Purtroppo – osserva il segretario generale della Fim Cisl milanese, Christian Gambarelli – a distanza di due anni dall’entrata in vigore del contratto nazionale, siamo costretti a registrare una scarsa diffusione della contrattazione aziendale: oggi più del 70% delle aziende del territorio è senza contratto integrativo interno. Allo stesso modo, nonostante la ripresa in corso, rileviamo la mancata erogazione del premio di risultato anche in grandi gruppi multinazionali metalmeccanici con sede a Milano. Le aziende fanno utili, ma non ridistribuiscono la ricchezza fra i lavoratori, come invece previsto dagli accordi sindacali”.

Durante l’assemblea dei quadri e dei delegati verrà lanciata una piattaforma territoriale rivendicativa, che prevede la richiesta di un incremento retributivo aziendale pari a 580 euro annui; una forte spinta all’utilizzo della contrattazione per fare fronte all’organizzazione del lavoro e al funzionamento efficiente delle imprese; la regolazione e valorizzazione della formazione professionale per essere competitivi nella sfida della quarta rivoluzione industriale; la necessità di porre maggiore attenzione al tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, che va visto come un investimento e non come un  costo.

La piattaforma verrà illustrata nei prossimi mesi in tutte le aziende del milanese. Contestualmente Fim, Fiom e Uilm chiederanno a Federmeccanica di aprire un tavolo provinciale di confronto per fare in modo che vengano rispettati e attuati in ogni luogo di lavoro gli impegni assunti con la firma del contratto nazionale.

L’assemblea si terrà dalle ore 9 alle 13, presso l’Auditorium Levi, in via Carlo Valvassori Peroni 21, a Milano.

14/05/2018
Twitter Facebook