RICORDO
Giordano Fornasier, saluto a un grande della Cisl di Milano

Conosceva tutto della Cisl, tanto che era stato proprio lui a collaborare in modo fattivo alla costruzione di testi storici sulla sede del sindacato di via Tadino. Il commosso ricordo de "Lassociazione".

Giordano Fornasier, nasce l’11 novembre del 1940 a Spresiano (TV).

Formatore storico della Cisl a livello territoriale, regionale e nazionale, prima nella categoria dei trasporti (era un ferroviere), poi all'Unione Cisl Milano Metropoli e nella FNP di Milano. Il suo contributo all'attività formativa e culturale della Cisl è stato grandissimo e la sua mancanza sarà difficile da sopportare. Grande conoscitore dei temi legati al mondo del lavoro, stimolava tutti a leggere, ad approfondire, a non fermarsi all’ovvio. Conosceva tutto della Cisl, tanto che era stato proprio lui a collaborare in modo fattivo alla costruzione di testi storici sulla Cisl di Milano: da “Via Tadino, 23” sulla storia delle nostre sedi, a “La storia delle categorie della Cisl di Milano” con il percorso storico delle categorie dalla loro nascita fino al 2017, ma anche “La storia della Libreria Popolare di Via Tadino” e il preziosissimo “2010–1950 Ti racconto: dentro e fuori la fabbrica” che legge la nostra storia al contrario, da oggi alle origini del 1950. Da convinto democratico quale è sempre stato ha collaborato alla redazione di “Partigiani senza fucile” dove vengono messe in evidenza le storie di coloro che, senza mai imbracciare le armi, lottarono dentro e fuori le fabbriche per riottenere la democrazia calpestata dall’occupazione nazi-fascista. Era fautore della raccolta di documenti storici ma riteneva che fossero le testimonianze dei sindacalisti che ci hanno preceduto nell’attività sindacale a rendere bene il senso della nostra storia. Nei “suoi” corsi di formazione non mancavano mai le testimonianze dirette che venivano sempre apprezzate, soprattutto dai più giovani. Grande il suo impulso alla costruzione del Gruppo Giovani della Cisl di Milano, sicuro come era che solo puntando sui giovani la Cisl avrebbe avuto un futuro. La sede della Cisl era la sua seconda casa e tutti, dipendenti e sindacalisti, sapevano di trovare in lui un grande ascoltatore e un amico da cui avere consigli e sostegno nei momenti di difficoltà.

Carissimo Giordano, sei volato in cielo nello stesso modo in cui sei vissuto, con la discrezione di una persona perbene che ha amato il suo prossimo ed è stato stimato da chi l’ha conosciuto. Tu hai fatto parte di coloro che non hanno mai dato insegnamenti ma semplicemente esempi di vita, da apprezzare e seguire. Sei stato un galantuomo di altri tempi, di quelli che fanno del bene senza farlo sapere a nessuno, di quelli che trasmettono serenità e felicità a chi sta loro vicino, di quelli che danno tutto senza mai nulla chiedere. Sei volato in cielo, carissimo Giordano ma noi non ti dimenticheremo mai.

 

LASSOCIAZIONE CISL

21/11/2018
Twitter Facebook