NEWS
2018
CONTRATTO ENERGIA E PETROLIO - Presentata ipotesi di piattaforma per il rinnovo 2018 – 2021
08/11/2018

È stata presentata all’assemblea nazionale di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riunitasi a Roma, l'ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto del settore energia e petrolio (oltre 37.000 i lavoratori interessati), in scadenza il 31 dicembre 2018. Ora la parola spetta alle assemblee dei lavoratori per consentire l'avvio delle trattative – presumibilmente a gennaio – con Confindustria Energia, l'associazione imprenditoriale di riferimento, alla quale è già stata inoltrata la lettera di disdetta.

La richiesta di aumento salariale dei sindacati per il triennio 1° gennaio 2019 - 31 dicembre 2021 farà riferimento all’accordo interconfederale, siglato il 9 marzo scorso, che prevede la conferma dei due livelli di contrattazione, quello nazionale (TEM e TEC) e quello integrativo aziendale.
Per quanto riguarda il TEM (trattamento economico minimo), questo dovrà essere realizzato riconoscendo l’aumento del costo della vita nel triennio, attraverso l’indice IPCA collegato al salario di riferimento. Il TEC (trattamento economico complessivo) si riferirà, invece, ai positivi indicatori di andamento del settore.

“Questa è una richiesta coerente – dicono i rappresentati di Filctem, Femca, Uiltec – col contesto economico generale nel quale si colloca questo rinnovo, che evidenzia una ripresa industriale nel settore, in progressivo consolidamento, che ci offre uno scenario più positivo e di migliori aspettative nelle quali collocare le nostre mirate rivendicazioni. Gli stessi margini di raffinazione stanno producendo risultati soddisfacenti”.

Sul versante del welfare la richiesta è di potenziare la previdenza complementare (Fondenergia) richiedendo l’aumento del contributo datoriale con l’ipotesi di un aumento maggiorato per i giovani, che risultano più penalizzati dalle varie riforme pensionistiche.

Sul tema della salute e sicurezza, tra le richieste, emerge quella di prevedere una figura di RLSA, un responsabile di sito, a capo di un coordinamento dei RLSA delle aziende insistenti nell’area, comprese le imprese in appalto, per le quali vanno previste specifiche agibilità sindacali, per la sicurezza interna ed esterna alle aziende, dei lavoratori, del territorio e delle produzioni.

Per quanto riguarda l’occupazione, soprattutto giovanile, e il mercato del lavoro, l’attenzione dovrà indirizzarsi verso la lotta alla precarietà attraverso l’inserimento di vincoli all’utilizzo degli strumenti di flessibilità in entrata, privilegiando i contratti di apprendistato professionalizzante e condividendo percorsi di accrescimento professionale. Nelle intenzioni anche la creazione di un terzo, nuovo fondo destinato al sostegno al reddito e finalizzato alla gestione dei processi di innovazione, riorganizzazione e riqualificazione aziendale. 

LAVORATORI ARTIGIANI - In Cisl Lombardia il "Camper della salute" di San.Arti
09/11/2018

Fa tappa anche in Lombardia in queste settimane il Camper della salute, campagna di prevenzione straordinaria lanciata da San.Arti, il fondo sanitario integrativo dei lavoratori e dei titolari di aziende artigiane. In Lombardia sono oltre150mila gli iscritti. 

Obiettivo della campagna è coinvolgere tutte le aziende artigiane con più di 15 dipendenti: più di 1700 aziende in Lombardia, per circa 35.000 dipendenti.

Martedì 13 novembre l’unità mobile per la prevenzione cardiovascolare fa tappa in Cisl Lombardia, in via Vida 10 a Milano. Un’occasione per illustrare i dettagli della campagna di prevenzione San.Arti. 
Sarà presente il nuovo direttore di San.Arti, Federico Ginato, che alle ore 12 incontrerà i giornalisti.

RICERCA DI PERSONALE - Manutentore
13/11/2018

I candidati interessati possono inviare la propria candidatura all'indirizzo cesil@cesilmilano.it, specificando nell'oggetto il riferimento indicato.


MANUTENTORE

Per conto Importante Azienda del settore alimentare con sede in zona sud est di Milano, seleziono un manutentore con esperienza.

Ruolo: 

Il candidato farà riferimento al caposquadra e si inserirà in un gruppo di manutentori con i quali svolgerà su turni le attività di manutenzione ordinaria, straordinaria e preventiva, risolvendo anche autonomamente le problematiche relative al funzionamento degli impianti produttivi.

Si relazionerà con gli enti produttivi, con i quali organizzerà cambi formati, attrezzaggio, messa a punto, start up delle linee produttive e delle linee di confezionamento.

Dovrà svolgere attività d’officina, eseguendo riparazioni di carattere meccanico, utilizzando attrezzature come tornio, fresa e saldatrici tig.

Requisiti:

Diploma o specializzazione d’indirizzo tecnico meccanico.

È necessario aver maturato esperienza in analoga mansione ed è gradita la provenienza da aziende del settore alimentare, chimico, farmaceutico o cosmetica.

Sono richieste competenze in ambito pneumatico e la conoscenza di macchine con automatismi di tipo pneumatico; è gradita la conoscenza degli impianti tipici delle aziende alimentari: dosatrici volumetriche, nastri trasportatori, freezer, macchine confezionatrici, macchine cartonatrici.

Si offre contratto con orario a turni (due turni, eccezionalmente la notte), con la disponibilità ad operare anche il sabato mattina.

Opportunità con prospettive a lungo termine.

RIF. manutentore

2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012