NEWS
2018
Lavoro - Corso di formazione per magazzinieri
01/10/2018

CORSO DI FORMAZIONE PER MAGAZZINIERE

A ottobre, disoccupati da almeno 12 mesi avranno l'opportunità di partecipare gratuitamente ad un corso per acquisire le competenze tipiche di un magazziniere, con esame finale per il conseguimento del Patentino del muletto. E' necessario essere in possesso di una DID non successiva a settembre 2017 ed avere il domicilio in Milano. Il percorso formativo sarà reso possibile grazie all'attivazione di una Dote Unica Lavoro.
Le persone interessate possono inviare la propria candidatura all'indirizzo cesil@cesilmilano.it, specificando nell'oggetto il riferimento indicato ed allegando il proprio curriculum.

Aggiornamento trasversale professionalizzante corso di magazziniere
requisiti obbligatori:
- stato di disoccupazione non inferiore a 12 mesi (DID non successiva a settembre 2017)
- domicilio in Milano e provincia

moduli formativi (totale ore 110):
- attrezzature e macchinari per la movimentazione merci (8 ore)
- diritto del lavoro ed autoimprenditorialità (16 ore)
- elementi di Comunicazione (24 ore)
- elementi di informatica (24 ore)
- elementi di Merceologia (16 ore)
- normativa sui rifiuti e gli imballaggi (6 ore)
- sicurezza sul luogo di lavoro (16 ore)

n.b. il corsista dovrà effettuare anche 18 ore di colloquio individuale di orientamento al lavoro

date ed orari:
- dal 5 ottobre al 15 novembre
- dal lunedì al venerdì, con orario 14.00-18.00

docenti:
Formatori professionisti, esperti della singola disciplina

RIF:
Corso Magazziniere

RICERCA DI PERSONALE - 80 posti di lavoro alla Lidl
02/10/2018

80 POSTI DI LAVORO ALLA LIDL

Le persone interessate possono presentare la propria candidatura direttamente su sito lavoro.Lidl.it, entro il giorno 2 ottobre. Seguirà Recruiting day.

Ottanta nuovi posti di lavoro da Lidl a Milano. La catena di supermercati premiata Best Workplace dal Great Place to Work Institute ha annunciato un recruiting day il 6 ottobre. I punti vendita di Lidl sul territorio nazionale sono più di 600, 14 mila i collaboratori, ma entro l'anno è previsto un ampliamento in zona Milano. I colloqui si svolgeranno nella formula one to one con il team di selezione di Lidl Italia. L'evento Lidl è a numero chiuso e per partecipare è necessario compilare un form entro il 2 ottobre sul sito lavoro.Lidl.it. Tra tutti coloro che si iscriveranno, verranno convocati i candidati più in linea con i profili ricercati, che riceveranno personalmente una mail con le indicazioni dell'orario e del luogo dell'evento. L'annuncio è indirizzato a persone motivate ad entrare a far parte del team Lidl per un impiego all'interno dei punti vendita del milanese anche con ruoli di responsabilità di alcune attività operative, oltre ad avere il compito di contribuire a rendere piacevole l'esperienza di acquisto della clientela. Tre sono le figure ricercate, nel dettaglio: assistant store manager, addetto vendite, e operatore di filiale. Per i potenziali candidati l'evento del 6 ottobre a Milano sarà l'occasione per entrare direttamente in contatto con l'azienda e sostenere un colloquio conoscitivo. Al termine dell'iter di selezione i più meritevoli saranno assunti con un contratto iniziale a tempo determinato e concrete possibilità di assunzione a tempo indeterminato. In Lombardia Lidl è in espansione ed è attualmente presente con circa 110 supermercati, oltre ad un centro logistico a Somaglia (LO) che complessivamente impiegano più di 2300 dipendenti.

RICERCA DI PERSONALE - Tessitore/tessitrice
04/10/2018

TESSITORE/TESSITRICE
Per conto azienda con sede in Parabiago (MI), seleziono un tessitore/tessitrice con esperienza (anche breve) nella conduzione di telai tradizionali "ad aria". Si offre contratto a tempo determinato (fino a fine dicembre), con orario a 3 turni, dal lunedì al venerdì.
RIF. operatore telai
Le persone interessate possono inviare il proprio cv all'indirizzo cesil@cesilmilano.it, indicando nell'oggetto il riferimento indicato.
 

“DIFENDIAMO INSIEME ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE” - Un volantino di Cgil, Cisl, Uil Lombardia
16/10/2018

Nei prossimi giorni verrà distribuito un volantino delle tre Organizzazioni Sindacali confederali della Lombardia di cui riportiamo il testo:

“DIFENDIAMO INSIEME ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE 

DIFENDIAMO gli uomini e le donne di tutto il mondo, di ogni nazionalità, religione, colore.

DIFENDIAMO i modelli di integrazione che, nel rispetto della legalità, permettono a tutte le persone che vivono nella stessa comunità di convivere, per mezzo del lavoro, con eguali dignità e diritti.

DIFENDIAMO l’integrazione realizzata nei piccoli centri sparsi su tutto il territorio nazionale, che favoriscono la convivenza civile, piuttosto che nei grandi ghetti che alimentano forme di illegalità e condizioni non umane di vita.

DIFENDIAMO il diritto ad un lavoro dignitoso: il lavoro è la forma essenziale e primaria di garanzia per una vita degna di essere vissuta.

DIFENDIAMO i diritti umani: quello di tutti i bambini e le bambine di andare a scuola e di essere considerati e trattati allo stesso modo, quello di ogni persona di integrarsi nella comunità locale, rispettando i doveri e vedendo rispettati i diritti, quello di vivere in pace nel proprio paese di origine, ma anche in quello dove si è trovato rifugio, scappando da guerre e carestie, quello di avere una assistenza sanitaria e sociale sempre rispettose dell’inviolabile dignità umana, quello di una convivenza civile fatta di regole, rispetto, sicurezza e solidarietà.

DIFENDIAMO e siamo impegnati affinché anche nella nostra regione e nelle nostre comunità locali si affermi un modello di integrazione fatto di regole certe ed esigibili per tutti e tutte, di comunità di accoglienza “a misura” della dignità umana, di diritto all’istruzione di qualità e di servizi sociali aperti, equi ed inclusivi.

PER TUTTO QUESTO SIAMO STATI, SIAMO E SAREMO IN OGNI LUOGO DOVE I VALORI DELLA PACE, DELLA LIBERTÀ, DEI DIRITTI E DEI DOVERI, DELLA SOLIDARIETÀ, DELL’ACCOGLIENZA E DELL’INTEGRAZIONE SI AFFERMANO E SI PRATICANO”.


 

MEDIA ED EDITORIA - A Milano 5 mila imprese e 30 mila addetti 
16/10/2018

Nel settore media, editoria, tv e video, sono 63 mila le imprese in Italia e 245 mila gli addetti. Per imprese, prime Roma con circa 6 mila e Milano con oltre 5 mila, ma anche Napoli e Torino con circa 3 mila, Bari, Firenze, Salerno, Bologna, Catania, Palermo, Genova con oltre mille. La Lombardia è prima in Italia per numero di addetti, ne conta circa uno su quattro (51 mila). Roma e Milano hanno oltre 30 mila addetti. Milano, con 12 miliardi di fatturato nel settore, pesa quasi la metà sul totale nazionale di 28 miliardi. In Lombardia, dopo Milano ci sono Brescia, Bergamo e Monza con quasi mille imprese, Varese con oltre 700, Como con oltre 500. A Bergamo circa 5 mila gli addetti. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza  Lodi  su dati del registro imprese al secondo trimestre 2018 e Aida.

Milano, editori con quasi 2 mila imprese primo settore. Primi settori: attività editoriali con 1.819, stampa con 1.635, commercio al dettaglio di giornali e articoli di cartoleria in esercizi specializzati con 1.603, commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati con 218 operatori, attività di programmazione e trasmissione con 128, agenzie di stampa con 54, negozi di registrazioni musicali e video con 21. 
 

LA CINA ALLA CONQUISTA DELL'ITALIA - Convegno di Cisl e Iscos Lombardia
22/10/2018

Sono già 641 le imprese italiane controllate da 300 gruppi cinesi o di Hong Kong. Oltre 30mila i dipendenti coinvolti. Quali prospettive per la tutela dei lavoratori? In occasione della sua visita eccezionale in Italia, martedì 23 ottobre, Cisl e Iscos Lombardia ne discutono con Han Dongfang, attivista sindacale cinese e fondatore del primo sindacato indipendente in Cina durante le dimostrazioni di Piazza Tienanmen nel 1989.

Ex-operaio delle ferrovie di Pechino, dopo anni di repressioni e di carcere, oggi Han dirige il China Labour Bulletin, un’organizzazione non governativa di Hong Kong con la quale sostiene i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori cinesi. 

Al centro dell'incontro presso la sede regionale Cisl di via Vida 10 i temi dello sviluppo economico in Cina, gli investimenti di questo paese in Italia e la condizione dei lavoratori.

Intervengono alla mattinata anche Rita Fatiguso, corrispondente da Pechino de Il Sole 24ore, Aldo Zuccolo e Massimo Zuffi, della Fim e Femca Cisl, che illustreranno i casi Candy e Pirelli. 

Le due aziende sono solo due esempi di investimenti cinesi in Italia, che oggi vanno dai 400 milioni di euro di Shanghai Electric in Ansaldo Energia all’acquisizione del 35% di Cdp Reti da parte del colosso dell'energia elettrica di Pechino, China State Grid, per un valore complessivo di 2,81 miliardi di euro.

Conclude l'incontro Ugo Duci, segretario generale Cisl Lombardia. 

RICERCA DI PERSONALE - Assistente alla poltrona studio dentistico
26/10/2018

Le persone interessate ed in possesso dei requisiti possono inviare il proprio curriculum all'indirizzo cesil@cesilmilano.it, specificando nell'oggetto il riferimento indicato.

ASSISTENTE ALLA POLTRONA

Per conto Studio Medico Dentistico in zona Stazione Centrale, seleziono un/una Assistente alla Poltrona con esperienza. E' gradito il possesso della certificazione ASO riconosciuta dalla Regione Lombardia. Si offre contratto full time, a turni compresi nella fascia oraria 8-20 (il sabato 8-13). Un iniziale periodo a tempo determinato sarà propedeutico alla stabilizzazione contrattuale.

RIF. Assistente alla Poltrona
 

AGENDA SANITÀ 2018 - Le proposte del sindacato sul servizio sociosanitario regionale
26/10/2018

Sono trascorsi oltre tre anni dalla legge di riforma del 2015, ma il riordino della sanità lombarda mostra ancora molti punti di debolezza. Abbiamo spesso registrato nel territorio ricadute negative sull’efficacia dei servizi rispetto ai bisogni di cura dei cittadini e disorientamento professionale degli operatori del sistema salute. La lettura di questi bisogni ci ha spinti a formulare, insieme ai sindacati dei pensionati e del comparto, una piattaforma – Agenda Sanità 2018 – che abbiamo inviato all’Assessorato al Welfare e che discuteremo nell’attivo unitario dei delegati, quadri e attivisti della Lombardia, lunedì 29 ottobre al teatro P.I.M.E., dalle 9.30 alle 13, con la presenza dei segretari generali delle tre confederazioni regionali.

Gli obiettivi cardine della riforma del 2015, cioè l’integrazione ospedale-territorio e la continuità di cura fra percorsi sanitari, sociosanitari e assistenziali in particolare per i pazienti fragili, sono ancora inattuati e per questa ragione giudichiamo insufficiente l’attuale assetto di sistema. 

Le difficoltà nell’individuare in modo chiaro le unità d’offerta sul territorio, i tempi di attesa, il costo della compartecipazione richiesta ai cittadini, la presenza di aree ancora pochissimo o per nulla presidiate dal servizio pubblico, come la salute mentale, la disabilità e la non autosufficienza, sono tutti elementi che concorrono a ridurre l’equità del sistema e a limitarne in modo progressivo l’universalismo. 

Per questo proponiamo l’Agenda Sanità 2018: per discutere i problemi aperti, formulare le nostre proposte e indicare le nostre priorità, a partire dall’area delle cure intermedie che costituisce un segmento cruciale per accompagnare le persone nelle fasi di transizione e nel creare alternative alla ospedalizzazione, eppure oggi è di difficile accesso, per scarsità dei posti letto e per difficoltà nell’adeguare i modelli organizzativi. 
Il nostro scopo è ricollegare in una vertenza unitaria i tanti temi di confronto con Regione Lombardia, per fare del diritto alla salute un’area su cui esercitare la rappresentanza sociale nella prospettiva di un welfare universale, materiale e solidale.  
 

2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012