NEWS
2018
SALONE DEL MOBILE - Giovedì 19 protestano i lavoratori del legno per il contratto regionale
18/04/2018

Da Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil della Lombardia cartellino giallo di ammonizione alle associazioni artigiane.  I sindacati sollecitano l'avvio della trattativa per il rinnovo del contratto regionale legno e lapidei e manifesteranno giovedì 19 aprile all’ingresso Est del Salone del Mobile a Rho Fiera. 

Il presidio si terrà dalle 15.30 alle 19. Per le ore 16 è fissata una conferenza stampa. 

Al seguente link http://lombardia.cisl.it/evento/presidio-contratto-regionale-artigiani-legno-lapidei/ trovate comunicato stampa e volantino di Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil della Lombardia.

SICUREZZA: IL CUORE DEL LAVORO - Le manifestazioni per il Primo Maggio in Lombardia 
30/04/2018

“Sicurezza: il cuore del lavoro”. Quest’anno il tema delle celebrazioni del Primo maggio è quello dell’emergenza infortuni mortali sul lavoro. Cgil, Cisl, Uil della Lombardia danno appuntamento a Bergamo, in piazza Marconi (davanti alla Stazione ferroviaria) alle 9.30 per la manifestazione regionale. Dopo il corteo, che attraverserà le vie del centro cittadino, in piazza Vittorio Veneto parleranno i tre leader dei sindacati confederali lombardi Elena Lattuada, Ugo Duci, Danilo Margaritella.
In Lombardia i numeri sono in crescita e sono impressionanti. Le aziende lombarde sono 560mila, ma solo 29mila sono oggetto di controlli. Sono numeri che ci dicono di quanto sia alto il costo sociale di questo fenomeno. In una regione ad alto sviluppo economico come la Lombardia, è inaccettabile che si continui a morire di lavoro. 
Si tratta ormai di un grave problema di salute pubblica. Con i primi segnali di ripresa economico-produttiva si sta verificando, nella nostra regione e nel Paese, un’intollerabile ripresa degli infortuni e delle morti sul lavoro perché ancora si investe poco per migliorare la sicurezza dei luoghi di lavoro, si lasciano esposti i lavoratori e le lavoratrici a fattori di rischio senza adeguata formazione e protezione, e anche perché sono insufficienti i controlli e le sanzioni.

Di seguito gli altri appuntamenti nelle città lombarde:

Brescia: concentramento ore 9 in Piazzale Garibaldi. Alle ore 11.00 in Piazza della Loggia, interventi dei delegati Cisl e Uil. Conclusioni di Tania Scacchetti della segreteria nazionale Cgil. 

Iseo (Bs): alle 10 ritrovo in Piazza Statuto e corteo per le vie cittadine. Alle 10.30 saluto del sindaco di Iseo, Riccardo Venchiarutti. Alle 11.30 conclude a nome di Cgil, Cisl e Uil, il segretario regionale Cisl, Mirko Dolzadelli.

Brianza: a Monza alle ore 17 presidio in Piazza Roma (Arengario) e musica con il gruppo “Mitoka Samba”.
Interventi di delegati Cgil Cisl Uil Monza e Brianza. Comizio conclusivo di Maurizio Laini segretario generale Cgil MB a nome di Cgil Cisl Uil Monza Brianza. Ore 19 aperitivo 

Como: ai giardini al Lago alle ore 16, testimonianze di lavoratrici e lavoratori e interventi dei segretari generali di Cgil, Cisl Uil (in caso di maltempo le iniziative si terranno allo Spazio Gloria in via Varesina 72). Alle 17 concerto dei “Sulutumana”.

Cremona: alla stazione ferroviaria di Capralba alle ore 9 posa della pietra d’inciampo.
Alla stazione ferroviaria di Caravaggio alle ore 10, posa delle pietre d’inciampo. Corteo per Largo Cavenaghi dove alle ore 11, con gli interventi delle autorità, verrà dedicato un memoriale alle vittime dell’incidente ferroviario di Pioltello.

Lecco: in piazza Cermenati concerto con “I LUF”. Apertura alle 15,30 con “Musica dai campi”, suoni e ritmi con gli ospiti dei centri di accoglienza. Alle 14,30, con il patrocinio del Comune, a Largo Caleotti si svolgerà la cerimonia al monumento dei caduti sul lavoro. 
Alle 16,30 interventi di delegate e delegati sindacali di Cgil, Cisl, Uil, del Sindaco di Lecco Virginio Brivio e di Wolfango Pirelli per le segreterie territoriali Cgil, Cisl, Uil.
In caso di maltempo tutto si trasferisce allo “Spazio Teatro Invito” di via U. Foscolo 42 a Lecco.

Lodi e Pavia: a S. Angelo Lodigiano alle ore 9,30 assemblea pubblica organizzata da Cgil, Cisl e Uil presso il Comune. A conclusione interviene il segretario regionale Cisl, Pierluigi Rancati. 

Mantova
Quingentole
ore 8 ritrovo a Corte Breda. Distribuzione del garofano - tradizionale colazione in piazza 
Partecipa, a nome di CGIL, CISL e UIL, Enrico Zerbini della segreteria Cgil di Mantova.
San Benedetto Po
ore 10.00 Ritrovo di fronte al Comune (Via Ferri). Esibizione del corpo bandistico società Filarmonica “Claudio Monteverdi”.  Ore 10.30 partenza del corteo per la Residenza sanitaria assistenziale (via G. D’Annunzio, 3) e breve sosta in loco con esibizione della banda.
ore 11.00 Ritorno del corteo di fronte al Comune (Via Ferri). Saluto del sindaco Roberto Lasagna, con la partecipazione del consiglio comunale dei ragazzi della locale scuola secondaria di 1° grado.
Intervento a nome di Cgil, Cisl, Uil di Marco Dalzoppo, della segreteria Cisl Asse del Po.
Suzzara: Ore 9.30 concentramento ai Giardini Cadorna e rinfresco. Ore 10.00 Deposizione del garofano al Monumento “Caduti sul lavoro”. Ore 10.15 corteo per le vie della città, con l’esibizione della “Associazione Musicale Banda di Gonzaga". Alle ore 10.45 comizio in Piazza Garibaldi - Saluto del segretario della Camera del Lavoro, Enea Fontanesi, e del sindaco di Moglia, Simona Maretti, a nome dei comuni di Suzzara, Pegognaga, Motteggiana e Gonzaga, presenti con i gonfaloni. Per Cgil, Cisl, Uil interviene  Paolo Soncini, segretario generale Uil di Mantova e Cremona.

Milano: alle 9,30 tradizionale concentramento a Porta Venezia e corteo fino a piazza della Scala, dove parleranno i segretari di Cgil, Cisl Uil Milano Massimo Bonini, Danilo Galvagni, Antonio Albrizio. Segue alle 11,30 il concerto di Paolo Jannacci e la sua band.

Sondrio: Parco Bartesaghi, dalle 15 alle 18, concerto Zèrbet, musica di confine. 

Ticino Olona: a Legnano alle 10 manifestazione da Piazza Monumento con interventi di Cgil Cisl Uil. Alle 11 spettacolo in Piazza Magno.

Varese: Concentramento alle 9,30 in piazza Repubblica e corteo. Interventi di lavoratori e pensionati in piazza del Garibaldino. Conclusioni di Massimo Balzarini, della segreteria della Cgil Lombardia. Il corteo sarà accompagnato dalla marching band “Nema Problema Orkestar”.

PREVENZIONE DENTALE - Incontro con i pensionati e le pensionate della Fnp Cisl Milano Metropoli
03/04/2018

MARTEDI 10 APRILE 2018 - ORE 14.30 
SALA “BRODOLINI” - SEDE CISL  
VIA TADINO 23, MILANO 

Un’iniziativa promossa e voluta da Fnp Cisl Milano Metropoli, in collaborazione con Cisl medici, per informare i cittadini sull’importanza della salute orale e prevenzione dentale. 
Ringraziamo per la sua gentile disponibilità la:

Dr.ssa Antonietta Paola Sparaco
DIRETTORE RESPONSABILE ODONTOIATRIA E STOMATOLOGIA Ospedale Luigi Sacco - Polo Universitario  - Asst Fatebenefratelli Sacco

Prevenire è meglio che curare! La PREVENZIONE DENTALE può contribuire in larga misura a diffondere un messaggio consapevole ai cittadini italiani: l’importanza di regolari visite di controllo, fondamentali sia per curare i disturbi del cavo orale che per evitare l’insorgenza di complicanze che possono compromettere la salute in generale.
Preservare il proprio sorriso! Uno dei gesti più spontanei e espressivi che si possano compiere, significa soprattutto prevenire. Un sorriso sano e bello, capace di comunicare, emozionare e catturare l’attenzione, non ha età e va curato sempre.

Segreteria Fnp Cisl Milano Metropoli
Cisl medici Milano Metropoli e Lombardia

 

POVERTA', L'ALLEANZA SCRIVE A FONTANA
10/04/2018

.  Sono 7.480 in Lombardia i nuclei familiari percettori del Reddito di inclusione, 19.775 le persone coinvolte (dati Inps al 23 marzo 2018). Non solo: i soggetti a rischio di esclusione sociale, secondo i dati Eupolis, sono almeno 1,7 milioni. Ben 640mila quanti vivono in condizioni di severa deprivazione materiale. Per un efficace contrasto alla povertà occorrono dunque serie politiche di investimento e un coordinamento tra tutti gli attori in gioco. E' quanto scrivono le 17 associazioni dell'Alleanza lombarda contro la povertà nella lettera inviata al neo-presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. “In Lombardia come in Italia, il tema del contrasto alla povertà richiede politiche di investimento sulle infrastrutture sociali, un positivo coordinamento tra i livelli istituzionali e l'interazione tra le diverse politiche di welfare, sanitarie, sociali, del lavoro, dell'istruzione, della casa. La complessità del fenomeno e la rilevanza della sfida pensiamo possano essere meglio affrontate attraverso l'implementazione del Reddito di inclusione”, afferma Paola Gilardoni, nei giorni scorsi eletta referente dell'Alleanza lombarda.

Nella lettera inviata al presidente Fontana, l'Alleanza chiede di avviare “fin da ora un proficuo e costruttivo confronto sul percorso di attuazione in Lombardia del Rei, anche in vista della predisposizione di atti  di programmazione regionale”.  

“Come Alleanza pensiamo che la complessità del fenomeno della povertà e la sfida del suo contrasto - aggiunge Gilardoni -  richiedono di essere affrontate con il concorso di organizzazioni portatrici di esperienze e competenze fortemente radicate sul territorio e nella società civile  lombarda”.

 

L’Alleanza lombarda è stata costituita il 12 febbraio scorso da: Acli Lombardia, Actionaid, Aggiornamenti Sociali, Anci Lombardia, AC. Azione Cattolica Italiana – Delegazione Lombardia, Delegazione Caritas Regione Lombardia, Cgil Cisl e Uil Lombardia, Cnca Lombardia, Confcooperative - Federsolidarietà Lombardia, Federazione Regionale Lombarda della Società di San Vincenzo De Paoli, fio.PSD – Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora, Associazione Banco Alimentare della Lombardia “Danilo Fossati” Onlus, Forum del Terzo Settore Lombardia, Lega Autonomie Lombardia, Umanità Nuova-Movimento dei Focolari. L'Inps Lombardia è invitato permanente al tavolo dell'Alleanza regionale.

 

LEGNANO - Crisi aziendali, lunedì 23 conferenza stampa Cisl
21/04/2018

la CISL organizza una conferenza LUNEDI’ 23 APRILE, ALLE 15, presso la sede di via XXIX Maggio 54 a Legnano per discutere della crisi della Italdenim di Inveruno e, più in generale, delle altre situazioni critiche che si stanno registrando in tutto l’Alto Milanese per quanto concerne l'occupazione.Interverranno Giuseppe Olivaresponsabile Welfare della CISL Milano Metropoli e referente per il territorio Legnano Magenta Abbiategrasso, assieme a Vito Zagaria, componente della Segreteria regionale per la categoria FEMCA CISL.

 
IMMIGRAZIONE - Incontro con Maurizio Bove (Cisl) e don Virginio Colmegna (Casa della carità)
03/04/2018

La Fnp Cisl Lombardia e l'associazione Convivialità organizzano un incontro sul tema dell'immigrazione. Ne parleranno Maurizio Bove, responsabile Immigrazione della Cisl milanese,e don Virginio Colmegna, presidente della Casa della carità. L'appuntamento è per mercoledì 11 aprile, dalle ore 9.30, presso Antares Hotel Concorde, viale Monza 132, a Milano (MM Turro). Saranno presenti il segretario generale della Fnp Cisl Lombardia, Marco Maurizio Colombo, e il segretario della Cisl Lombardia, Pierluigi Rancati.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. CISL, STAFFETTA GENERAZIONALE PER DARE LAVORO AI GIOVANI
10/04/2018

.    Sperimentare soluzioni di ponte generazionale nella pubblica amministrazione, per dare concrete possibilità di  occupazione ai giovani e ridurre la precarietà del lavoro anche nel sistema pubblico. E' una delle proposte della Cisl Fp Lombardia, il sindacato cislino del pubblico impiego, impegnato da settimane in un tour de force elettorale in vista del rinnovo dei delegati Rsu fissato per il 17, 18 e 19 aprile.

“Nei prossimi anni usciranno a livello nazionale 500.000 dipendenti pubblici e ne stimiamo circa 60mila in Lombardia. Dobbiamo favorire il passaggio delle competenze dai lavoratori più esperti ai giovani - afferma Franco Berardi, segretario generale Fp Cisl Lombardia -. Per questo chiediamo alla pubblica amministrazione di condividere con noi un progetto di ponte generazionale, in cui le assunzioni dei giovani siamo una risposta ai bisogni dei lavoratori prossimi alla pensione di avere un part-time ed assistere i propri familiari quando ne hanno bisogno”. La Cisl Fp Lombardia sollecita inoltre l'avvio di percorsi di mobilità interna “che possano favorire il riconoscimento delle competenze acquisite negli anni”.

Altro fronte d'impegno importante è la stabilizzazione dei precari. “In Lombardia la pubblica amministrazione funziona con oltre 5.000 precari - sottolinea Berardi -  per loro vogliamo ottenere risposte concrete e non circolari da interpretare scritte in burocratese”.

Sono oltre 3000 i candidati Cisl Fp in corsa per le elezioni dei delegati Rsu che dal 17 al 19 aprile coinvolgeranno oltre 180mila lavoratori, tra servizio sanitario regionale, enti pubblici non economici, amministrazione regionale e degli enti locali, sedi staccate dei ministeri, agenzie fiscali.

La macchina elettorale è a pieno regime e negli otto territori Cisl della Lombardia si sono programmati ben 158 incontri con i candidati, alcuni di formazione altri organizzativi.

Tanti i risultati raggiunti in questi ultimi mesi, al centro degli incontri e delle assemblee coi lavoratori, a partire dal nuovo contratto di lavoro e le sue novità normative ed economiche. Sul fronte delle tutele Cisl Fp ha attivato una serie di iniziative: l'assicurazione colpa grave; la vertenza per ottenere il pagamento del Tfr a 27 mesi dalle dimissioni per equipararlo al privato (90 giorni); la verifica delle situazioni contributive; la previdenza complementare.

“La Cisl Fp è un sindacato vivo, che sta con i lavoratori per offrire risposte ai veri bisogni di conciliazione vita lavoro, per stabilizzare i precari, per di favorire un necessario ricambio nella pubblica amministrazione – conclude Berardi -. Solo con la valorizzazione e l'ascolto dei lavoratori la Pubblica amministrazione tornerà ad essere il cuore del Paese!”.

IL PRIMO MAGGIO A LEGNANO - "Fondamentale riportare al centro del dibattito il tema della sicurezza e della prevenzione sui luoghi di lavoro’
30/04/2018

‘Non si può morire di lavoro. Lo diciamo da tempo ma lo ribadiamo con ancora maggiore forza dopo la vera e propria escalation di morti bianche che ha caratterizzato questo inizio 2018’.
A dichiararlo alla vigilia di questo Primo Maggio, Festa dei Lavoratori, sono le tre sigle sindacali confederali di Cgil, Cisl e Uil con i propri rappresentanti nel territorio dell’AltoMilanese: rispettivamente Jorge Torre Cgil Ticino Olona, Giuseppe Oliva Cisl Milano Metropoli e Stefano Dell’Acqua  Uil Lombardia.

“Mai come quest’anno – dichiarano i tre dirigenti sindacali – è corretto, oltre che prioritario, mettere il tema della sicurezza sul lavoro al centro del dibattito di questo Primo Maggio”.
Sono ben diciotto, infatti, i morti sul lavoro in Lombardia in questi primi quattro mesi del 2018, mentre l’anno scorso di questi tempi la triste conta era ferma a dodici.

“Purtroppo, alcune di queste tragedie hanno toccato da vicino anche il nostro territorio – evidenziano i sindacalisti – senza dimenticare il dramma ferroviario di Pioltello, perché altro argomento centrale è quello di garantire a chi si reca sul posto di lavoro, mezzi sicuri e dignitosi, non infrastrutture obsolete e pericolose”.

I sindacati chiedono alle istituzioni e alle controparti datoriali un impegno comune con uno scatto in avanti, rispetto alla sviluppo di una vera e propria ‘cultura della prevenzione’ a cui deve essere associato, naturalmente, un costante presidio e monitoraggio dei luoghi di lavoro.

I controlli realizzati finora appaiono ancora insufficiente. Secondo, infatti, i dati più recenti nel 2017 a fronte di oltre 560 mila imprese presenti sul suolo lombardo, solo 29 mila sono state oggetto di verifiche.

A Legnano, martedì Primo Maggio, l’appuntamento è fissato per le ore 10 in Piazza Monumento da dove si muoverà la manifestazione con gli interventi dei segretari confederali. Quindi, alle 11, in Piazza San Magno, lo spettacolo di Marta e Gianluca direttamente da Zelig.

“Vogliamo che sia una grande festa di popolo e mai come quest’anno in questo momento particolare auspichiamo una massiccia adesione da parte della cittadinanza” concludono gli esponenti delle organizzazioni sindacali.

PUBBLICO IMPIEGO, CISL:  Sperimentare il ponte generazionale per dare concrete opportunità di lavoro ai giovani
10/04/2018

Sperimentare soluzioni di ponte generazionale nella pubblica amministrazione, per dare concrete possibilità di  occupazione ai giovani e ridurre la precarietà del lavoro anche nel sistema pubblico. E' una delle proposte della Cisl Fp Lombardia, il sindacato cislino del pubblico impiego, impegnato da settimane in un tour de force elettorale in vista del rinnovo dei delegati Rsu fissato per il 17, 18 e 19 aprile. 

“Nei prossimi anni usciranno a livello nazionale 500.000 dipendenti pubblici e ne stimiamo circa 60mila in Lombardia. Dobbiamo favorire il passaggio delle competenze dai lavoratori più esperti ai giovani - afferma Franco Berardi, segretario generale Fp Cisl Lombardia -. Per questo chiediamo alla pubblica amministrazione di condividere con noi un progetto di ponte generazionale, in cui le assunzioni dei giovani siamo una risposta ai bisogni dei lavoratori prossimi alla pensione di avere un part-time ed assistere i propri familiari quando ne hanno bisogno”. La Cisl Fp Lombardia sollecita inoltre l'avvio di percorsi di mobilità interna “che possano favorire il riconoscimento delle competenze acquisite negli anni”.

Altro fronte d'impegno importante è la stabilizzazione dei precari. “In Lombardia la pubblica amministrazione funziona con oltre 5.000 precari - sottolinea Berardi -  per loro vogliamo ottenere risposte concrete e non circolari da interpretare scritte in burocratese”. 

Sono oltre 3000 i candidati Cisl Fp in corsa per le elezioni dei delegati Rsu che dal 17 al 19 aprile coinvolgeranno oltre 180mila lavoratori, tra servizio sanitario regionale, enti pubblici non economici, amministrazione regionale e degli enti locali, sedi staccate dei ministeri, agenzie fiscali.

La macchina elettorale è a pieno regime e negli otto territori Cisl della Lombardia si sono programmati ben 158 incontri con i candidati, alcuni di formazione altri organizzativi.
Tanti i risultati raggiunti in questi ultimi mesi, al centro degli incontri e delle assemblee coi lavoratori, a partire dal nuovo contratto di lavoro e le sue novità normative ed economiche. Sul fronte delle tutele Cisl Fp ha attivato una serie di iniziative: l'assicurazione colpa grave; la vertenza per ottenere il pagamento del Tfr a 27 mesi dalle dimissioni per equipararlo al privato (90 giorni); la verifica delle situazioni contributive; la previdenza complementare.

“La Cisl Fp è un sindacato vivo, che sta con i lavoratori per offrire risposte ai veri bisogni di conciliazione vita lavoro, per stabilizzare i precari, per di favorire un necessario ricambio nella pubblica amministrazione – conclude Berardi -. Solo con la valorizzazione e l'ascolto dei lavoratori la Pubblica amministrazione tornerà ad essere il cuore del Paese!”.
 

RICERCA PERSONALE - Impiegato amministrativo (categorie protette art. 18) 
30/04/2018

Le persone interessate possono inviare la propria candidatura all'indirizzo cesil@cesilmilano.it, specificando nell'oggetto il riferimento indicato.

IMPIEGATO/A AMMINISTRATIVO - CAT. PROTETTE ART.18 (vedove e orfani del lavoro, per servizio, di guerra e profughi italiani)

Per conto Azienda Multinazionale con sede in zona Segrate, selezioniamo un/una impiegato/a a cui affidare attività amministrativo/contabili. E' gradito un titolo di studio attinente la mansione ed è necessario aver già maturato esperienza nel ruolo. Attività lavorativa con orario a giornata, dal lunedì al venerdì. Si offre inserimento a tempo indeterminato.

RIF. impiegato amministrativo - art.18

2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012